Magazine di ristorazione e itinerari enogastronomici
AppuntamentiVino

Rose Rosè: il centro di Roma si tinge di rosa

Vino, arte e shopping. Queste le parole chiave di Rose Rosè, la kermesse che porta i rosati nel cuore di Roma dal 13 al 19 maggio.

In via Borgognona è tutto pronto per la seconda edizione di Rose Rosè. Dal 13 al 19 maggio, infatti, la storica via situata nel centro di Roma si accenderà di vita grazie a un programma ricco di attività che vedrà protagonista il vino rosato tra degustazioni, arte, cultura e shopping in una straordinaria cornice progettata da Flover, fioristi di Napoli specializzati nel settore moda e design.

La location

La scelta della location è presto spiegata. Via Borgognona, a due passi dalla scalinata di Trinità dei Monti, ha una storia affascinante, legata a doppio fino con il mondo dell’arte e anche del vino. Il suo nome, infatti, deriva dalla città di Borgogna, in Francia, e si ritiene che il nome sia stato attribuito a questa strada nel XVI secolo quando numerosi borgognoni si stabilirono in quella zona, portando con sé influenze culturali e architettoniche. Nel XIX secolo e all’inizio del XX secolo, la strada ha iniziato a consolidarsi come centro per la moda e il lusso, trasformazione che ha continuato a evolversi fino ai giorni nostri.

Le boutique che aderiranno alla rassegna – tra cui Malo, Forte Forte, Fratelli Rossetti, Alysi, Eddy Monetti, Zimmermann, Marina Rinaldi, Gianvito Rossi, Carolina Herrera, Alla Giulia, Il Bisonte, Zadig et Voltaire, Equilibriste, il ristorante Nino – ospiteranno le migliori cantine con selezionatissimi vini rosè laziali e pugliesi. La scelta enologica è stata realizzata con la partnership di “Donne del Vino”, l’associazione di donne del vino più grande al mondo, che conta più di 1.080 associate solo in Italia, tra produttrici, ristoratrici, enotecarie, sommelier, giornaliste ed esperte di vino.

Rose Rosè: il programma

Il 15 maggio il quartier generale si sposta all’hotel St. Regis Rome, dove alle 18.00 si terrà il talk, moderato da Manuela Zennaro, giornalista enogastronomica, direttore di Excellence Magazine, Collaboratore La Repubblica e Delegata Lazio Associazione Nazionale Donne del Vino, sul tema “Donne e lavoro” con alcune testimonianze di chi dirige aziende agricole e di altri settori. Tra gli invitati il Ministro per le Riforme Istituzionali Maria Elisabetta Alberti Casellati, Daniela Mastroberardino, titolare delle Cantine Mastroberardino e Presidente Nazionale di Donne del Vino, Renata Garofano, proprietaria delle Cantine Garofano del Salento e Delegata della Puglia delle Donne del Vino, Sabrina Alfonsi, assessore capitolino all’Ambiente, Fabrizio Russo, direttore della Galleria Russo, Gelasio Caetani Lovatelli, scrittore esperto di vini, Andrea Amoruso Manzari organizzatore dell’evento.

“Il commitment di questa partnership con Donne del Vino spiega Andrea Amoruso Manzari, organizzatore di Rose Rosè e Vendemmia – è anche quello di focalizzare il ruolo della donna nel mondo vitivinicolo che sta progressivamente cambiando e evolvendo. Storicamente la viticoltura e la vinificazione sono state attività dominanti degli uomini quali proprietari delle cantine. Questo potrebbe essere dovuto a una serie di motivi culturali, sociali e storici che hanno favorito la presenza maschile nel settore. Tuttavia, con il cambiamento dei tempi e l’evoluzione delle mentalità, stiamo assistendo a una maggiore diversificazione e inclusione nel mondo del vino, con sempre più donne che stanno emergendo come esperte e leader nel settore. Anche le giovani stanno entrando in questo settore e stanno giocando un ruolo importante e influente. Sono spesso apprezzate per la loro sensibilità, creatività e capacità di gestione, che si riflettono nella produzione di vini di alta qualità e nel coinvolgimento di nuovi pubblici nel mondo del vino stesso. Molte donne hanno anche investito in cantine proprie e stanno ottenendo grandi successi sul mercato dimostrando che il talento e la passione non hanno sesso. Inoltre, le donne stanno giocando un ruolo sempre più importante anche nel mondo dell’enoturismo, promuovendo l’esperienza del vino attraverso degustazioni, visite guidate e eventi tematici. Grazie alla loro sensibilità e alla loro capacità di comunicare in modo efficace, le donne stanno contribuendo a rendere il vino un’esperienza più inclusiva e accessibile a tutti. In definitiva, stanno portando una ventata di freschezza e innovazione nel mondo del vino, contribuendo a valorizzare il patrimonio vitivinicolo e a promuovere la cultura del vino in modo nuovo e accattivante.”

A seguire, nelle splendide sale dell’hotel avrà luogo il cocktail degustazione dei vini rosè della Puglia e del Lazio con le Donne del Vino.

Il 16 maggio si torna in Via Borgognona con i cocktail diffusi nelle boutique per gli ospiti di Rose Rosé tra cui le attrici Valeria Solarino, Anita Caprioli, Donatella Finocchiaro, vestite da “Forte Forte” e da altri brand. Tre volti noti nel mondo della cinematografia, del teatro e della TV, hanno sempre interpretato figure femminili di forte spessore che ripropongono poi nella loro vita sociale.

All’interno di ogni store gli ospiti saranno serviti da una sommelier e potranno incontrare personalmente la titolare della cantina nonché in alcuni negozi ammirare un’opera d’arte contemporanea esposta in collaborazione con alcune delle gallerie del distretto dei pittori di Via Margutta, tra cui la Galleria Russo, in partnership con l’evento.

Durante i cocktail del 16 maggio (19.00 – 21.30) sarà allestita presso il dehor del ristorante Nino e dei nuovi locali annessi (ex Caovilla) la Avis Preferred VIP Lounge con servizio catering e numerose degustazioni di rosé, fermi e bollicine.

Le Cantine partecipanti:

  • Alla Giulia – Cantine: L’Avventura (Puglia)

Etichette: Sciamante Rosato

  • Alysi – Cantina: Paolo Leo (Puglia)

Etichetta: Rosamora

  • Carolina Herrera – Cantina: Vetrère (Puglia)

Etichetta: Taranta

  • Eddy Monetti – Cantina: Consoli (Lazio)

Etichetta: 1st Lady

  • Forte Forte – Cantina: Varvaglione (Puglia)

Etichetta: Susumaniello Rosato

  • Fratelli Rossetti-Cantina: Soloperto

Etichetta: Cocciolo e Solo

  • Gianvito Rossi-Cantina: Garofano (Puglia)

Etichetta: Girofle e Clò de Girofle

  • Il Bisonte – Cantina: Produttori di Manduria (Puglia)

Etichetta: Ak

  • L’Equilibriste – Cantina: Poggio le Volpi (Lazio)

Etichetta: Roma DOC Rosat

  • Malo – Cantina: Eredi Dei Papi (Lazio)

Etichetta: Fuorionda

  • Marina Rinaldi – Cantina: Cardone (Puglia)

Etichetta: Castillo e Prosi

  • Nino dal 1934 – Cantine: L’Avventura – Rivera – Valle Marina – Soloperto (Puglia)

Etichette: Sciamante Rosato – Pungirosa – Rosalindo – Cocciolo e Solo

  • Zadig & Voltaire – Cantine: Petrucca e Vela (Lazio) – De Quarto (Puglia) – Terenzi (Lazio)

Etichette: Rosesi – Corallium – Dorè

  • Zimmermann – Cantina: Borgo del Baccano (Lazio)

Etichetta: Roma DOC Rosato

Partiranno da qui le experience nei negozi dedicate ai vini e all’arte contemporanea guidate da sommelier, curatori d’arte e dalle attrici ospiti di Rose Rosè.

Gli artisti che espongono sono giovani talenti di arte contemporanea internazionali:

  • Eddy Monetti-  Artista: Christian Breed (New York, 1981)
  • Forte Forte-  Artista: Isabel Alonso Vega (Madrid 1968)
  • L’Equilibriste – Artista: Giorgio Tentolini (Casalmaggiore – Cremona 1978)
  • Malo –  Artista: Enrico Benetta (Montebelluna – Treviso 1977)
  • Marina Rinaldi-  Artista: Isabel Alonso Vega (Madrid 1968).
  • Nino dal 1934- Artista: Giorgio Tentolini (Casalmaggiore – Cremona 1978)
  • Zadig & Voltaire- Artista: Enrico Benetta (Montebelluna – Treviso 1977)

Info utili

Rose Rosè

Quando: dal 13 al 19 maggio

Dove: via Borgognona, Roma

Pagina Facebook

Articoli correlati

L’Hotel Butterfly arriva a Piazza di Siena tra cavalli, musica, alta cucina e mixology

Giorgia Galeffi

Weekend del Buongusto targato Slow Food Italia

Francesco Gabriele

I Migliori Vini Italiani 2023: le eccellenze vinicole tornano a Roma

Redazione