Magazine di ristorazione e itinerari enogastronomici • Domenica 22 Settembre 2019

Vinòforum: programma, chef ed eventi fuorisalone al Parco di Tor di Quinto

vinòforum

Cinquecento cantine, settanta chef di fama internazionale, temporary restaurant, cene gourmet e wine tasting ma anche appuntamenti fuorisalone con la Roma Wine & Food Week. Ecco il programma della XVI edizione di Vinòforum

Ve lo avevamo anticipato qui, Vinòforum sta per aprire le sue porte in una nuova, incredibile, location. Dal 14 al 23 giugno, il Parco di Tor di Quinto, a due passi dal Foro Italico e da Ponte Milvio, ospiterà la sedicesima edizione della più grande manifestazione italiana dedicata ai vini e alle eccellenze enogastronomiche mondiali.

All’interno degli oltre 10.000 mq saranno infatti allestite le cucine a vista, i banchi d’assaggio e le aree degustazione che animeranno le giornate della storica kermesse che, ogni anno, accoglie un sempre più folto numero di appassionati.

Vinòforum si conferma, anche in questa edizione, un format polivalente e in continuo rinnovamento, pensato per offrire delle attività di natura esperienziale, a partire ovviamente dai banchi d’assaggio che vedranno i prima linea circa 500 cantine vitivinicole d’Italia e del Mondo, per un totale di oltre 2.500 etichette disponibili in degustazione.

Non solo wine tasting però. All’interno di Vinòforum, non mancheranno le proposte gastronomiche ad alto tasso gourmet. Per dieci giorni, 30 ristoranti, accuratamente selezionati dal giornalista gastronomico Luigi Cremona, trasferiranno le loro cucine sul prato di Tor di Quinto proponendo, a tutti i partecipanti, piatti straordinari a prezzi popolari (da 5 a 12 euro) da abbinare agli Champagne: Dom Pérignon, Krug, Veuve Clicquot, Moët & Chandon, Ruinart.

Ampio spazio sarà anche dedicato alle aziende gastronomiche che nell’eccellenza sono in continua evoluzione al fine di presentare al consumatore una qualità in forme nuove. Caviale Calvisius, pasta La Molisana, tartare di Chiancheria Gourmet (ve ne avevamo parlato qui), dolci siciliani, fritti, caffè Castroni, salumi e formaggi di Ercoli 1928 ma anche aziende gelatiere saranno infatti ospitate nell’area Food Revolution.

Parte importante del programma di Vinòforum è ricoperta dagli appuntamenti di The Night Dinner. Dieci cene, con posti limitati e solo su prenotazione, firmate da altrettanti chef di fama internazionale come Francesco Apreda, fresco di nuova apertura con il suo Idylio (qui trovate il nostro articolo), Alba Esteve Ruiz e Roy Caceres ma anche Massimo Viglietti, Antonio Ziantoni e Oliver Glowig. Protagonisti delle serate saranno gli incredibili menu, studiati ad hoc per sposare le etichette di prestigiose cantine italiane e internazionali come Altemasi, Cecchi, Banfi, Joseph Perrier, Bonaventura Maschio.

E, a proposito di grandi vini, da non perdere saranno sicuramente le Top Tasting: degustazioni guidate e racconti unici che renderanno omaggio alle eccellenze dell’enologia mondiale attraverso le voci dei suoi protagonisti: produttori, enologi e noti degustatori.

Vinòforum: il programma

The Night Dinner

14 giugno – Francesco Apreda, Idylio (Roma)

15 giugno – Alba Esteve Ruiz

16 giugno – Igles Corelli, Mercerie (Roma)

17 giugno – Alessandro Capponi, Host (Fiumicino)

18 giugno – Roy Caceres, Metamorfosi (Roma)

19 giugno – Oliver Glowig, Barrique (Monte Porzio Catone)

20 giugno – Massimo Viglietti, Enoteca Achilli al Parlamento (Roma)

21 giugno – Andrea Viola, Il San Giorgio (Roma)

22 giugno – Federico Delmonte, Acciuga (Roma)

23 giugno – Antonio Ziantoni, Zia Restaurant (Roma)

Top Tasting

14 giugno – “La Champagne raccontata attraverso le più grandi Maison: Ruinart, Veuve Clicquot, Jacquesson, Charles Heidsieck, Nero Champagne

15 giugno – “Terra di lavoro – la grandezza degli autoctoni campani: Azienda Agricola Galardi.

16 giugno – “Monolitico e inarrivabile Margeaux: la nuova anima di Bordeaux” con degustazione di Margaux AOC Château Palmer Rouge 2015, 2008, 2005 e Margaux Rouge “Alter Ego” Château Palmer 2015, 2014

17 giugno – “Verticale Vintage Tunina. Cantina Jermann, il vino simbolo del Friuli” con degustazione di Vintage Tunina 2011, 2014, 2015 (Edizione Storica) o 2017

18 giugno – “Kellerei Terlan: verticale di Alto Adige Pinot Bianco Vorberg Riserva” con degustazione delle annate 2008, 2011, 2013, 2016 e dell’Alto Adige Doc Pinot Bianco Rarità 2004

19 giugno – “5 grandi annate vintage Collection Dosage Zerò Ca’ del Bosco. La più grande espressione del Franciacorta”

20 giugno – “La Borgogna, in un viaggio da Santenay a Corton nei prestigiosi terroir della Maison Vincent Girardin

21 giugno – “Il Brunello: punta di diamante dell’enologia italiana, raccontato in una verticale storica di Castello Banfi”.

Cene Ferrarelle

Tra le varie iniziative non mancheranno, reduci dall’enorme successo delle scorse edizioni, le cene firmate Ferrarelle, che vedranno grandi chef e maestri pizzaioli, provenienti da ogni angolo della Penisola, esibirsi in speciali menu a quattro mani. Queste le coppie pronte ad aprire le porte di un ristorante sui generis: il giovane Raffaele Galasso de Le Due Torri (Caserta) e Salvatore Grasso, pizzaiolo della storica insegna Gorizia 1916 (Napoli); Elpidio Capasso del Rama Beach (Napoli) e Petra Antolini di Casa Petra (Verona); Antonio Madonna di Aqua by Lexus (Roma) e il maestro Enzo Coccia de La Notizia (Napoli); Federico Ferrari di Mirepuà (Alessandria) e Massimo Giovannini di Apogeo (Lucca); Giuseppe Milana di Umami (Roma) e Luigi Cippitelli della pizzeria Cippitelli (Napoli); Salvatore Avallone di Cetaria (Salerno) e Carmine Donzetti di Pizza e Fritti (Napoli); Manuele Croce di Osteria Siciliana (Roma) e Pier Daniele Seu, di Seu Illuminati (Roma); Danilo Magurno di Verace (Fiumicino) e Marco Quintili de I Quintili (Roma); Fabrizio Sepe de Le Tre Zucche (Roma) e Gianfranco Iervolino, della pizzeria 450 gradi (Napoli). Per ogni cena, tre portate all’insegna della fantasia, della contaminazione e del divertimento. A completare il quadro, gli abbinamenticon i vini di alcune delle più prestigiose aziende italiane, come Fattoria Pagano, Cavit, Cantina Frescobaldi, Vestini Campagnano, Fabbrica Pienza, Donnafugata, Mossi 1558.

“La pizza è un fenomeno mondiale – conclude De Venuti – un’icona del made in Italy che continua a rappresentare l’essenza del cibo pop per antonomasia, ma che allo stesso tempo è protagonista, a partire dal nostro Paese, di un processo rivoluzionario all’insegna della qualità e del buon gusto. Per questo abbiamo deciso di dare alla pizza ampio spazio all’interno delle ultime edizioni di Vinòforum. Quello delle cene a quattro mani si è dimostrato un format quanto mai azzeccato, capace di sollecitare al contempo l’estro degli chef e la voglia di sorprendere dei pizzaioli. E come sempre, le cantine si sono mostrate compagne perfette di questo viaggio nel gusto.”  

Roma Wine & Food Week

Prenderà il via lunedì 3 giugno la Roma Wine & Food Week, l’evento fuorisalone che precede l’apertura delle porte di Vinòforum. Saranno oltre 200 gli appuntamenti, sparsi per tutta la città, che proseguiranno fino al 9 giugno.

vinòforum

Per una settimana la Città Eterna si trasformerà in un gigantesco hub del gusto, con degustazioni guidate, banchi d’assaggio, incontri culturali, eventi lancio nuovi prodotti e molto altro ancora. Ad essere coinvolte saranno decine di enoteche, wine bar, ristoranti, botteghe, shop, teatri, musei e gallerie d’arte, librerie e boutique, in centro e nelle periferie. L’obiettivo è quello di animare tutti i rioni dell’Urbe, coinvolgendo romani e turisti amanti del vino e del cibo di qualità.

Il primo appuntamento si svolgerà all’Enoteca dei Principi, nel quartiere Trieste, con un focus sull’Azienda Agricola Giovanni Rosso, storica realtà delle Langhe; mercoledì 5, presso la galleria d’arte La Tartaruga, andrà in scena “La cultura del vino nelle botteghe storiche di via Crispi e via Sistina”, in compagnia dei vini della cantina Ricci Curbastro mentre, lo stesso giorno, nella libreria Libraccio, si terrà, in collaborazione con Rizeri Azienda Agricola di Diano d’Alba, la presentazione del romanzo “Ti rubo la vita”, di Cinzia Leone.

“Con la Roma Wine & Food Week – sottolinea Emiliano De Venuti, Ceo di Vinòforum – vogliamo davvero coinvolgere in un clima di festa a tema enogastronomico l’intera città, senza esclusione di quartiere. Il fuorisalone di Vinòforum nasce con un duplice obiettivo, da un lato rafforzare i rapporti tra le aziende partecipanti alla manifestazione e gli operatori commerciali, dall’altro promuovere le nostre eccellenze creando consapevolezza nel consumatore.” 

Info utili

  • Vinòforum

Quando: dal 14 al 23 giugno 2019

Dove: Parco di Tor di Quinto, Roma

Orari: tutti i giorni dalle 19 alle 24 (venerdì, sabato 19 – 01)

Biglietti: da 16 a 35 euro, acquistabili sul sito

  • Roma Wine & Food Week

Quando: dal 3 al 9 giugno 2019

Dove: in tutta Roma

Programma completo sul sito