Magazine di ristorazione e itinerari enogastronomici
ChefRistorantiRitratti di Chef

Bros’ dove lo spirito giovanile incontra la creatività

Bros

Bros’: un percorso nel gusto seguendo innovazione, sperimentazione e legame con il territorio.

La città, Lecce, i protagonisti, lui Floriano Pellegrino, lei Isabella Potì, compagni nel lavoro e nella vita, il locale è Bros’. Giovane, moderno, all’avanguardia, audace, tutti aggettivi che descrivono e incarnano la filosofia che sta alla base di questa avventura nel gusto e nell’arte culinaria. 

Fondato nel 2016, Bros’ deve il suo carattere innovativo ai due protagonisti che lo animano. Floriano Pellegrino, nato nel 1990, numerose esperienze dalla Francia alla Spagna alla Danimarca, da Milano a Londra, ha lavorato con i migliori chef alla ricerca di un proprio stile di rapporto con il cibo. Ed è proprio a Londra che riallaccia i rapporti con Isabella Potì, nata nel 1995, partita da Lecce alla volta di Spagna, poi Danimarca e infine Francia e Londra dove ha lavorato con numerosi chef impostando il proprio stile culinario.

Il ristorante

Il ristorante, una stella Michelin, si trova nel centro storico di Lecce, ricco di chiese barocche, antichi edifici residenziali e vicino all’ anfiteatro romano. Gli interni del locale si basano su colori di legno chiaro, pavimenti lucidi e muratura in pietra, il tutto illuminato con discrezione da luci direzionali soffuse. I tavoli distanziati permettono la convivialità discreta degli ospiti, allietata da un sottofondo di musica moderna. 

La cucina

Lo stile della cucina dei due chef fonde innovazione, tecnica moderna e ispirazione artistica e conduce a preparare piatti dal sapore deciso, sempre legati al territorio, al Salento, riscoprendo la tradizione di prodotti dimenticati, creando sapori intensi e aromi sofisticati, offrendo una proposta gastronomica basata sul ritmo delle stagioni dell’anno.

Non c’è un menù alla carta, ma due menù degustazione, da 20 e 25 portate. Tutto questo in perfetta unione con la selezione, operata sempre con la stessa filosofia, dei vini, provenienti in gran parte dall’Italia non solo dalle grandi etichette ma anche dalle cantine più piccole. Nei piatti proposti non si segue l’abbinamento tradizionale ma quello che si adatta al profilo aromatico.

Sui tavoli è presente un codice QR che consente a ogni ospite di accedere alla carta dei vini, connettendosi in modo interattivo con le opere di artisti locali che hanno interpretato i piatti con il loro particolare mezzo: video, dipinti, sculture e opere digitali.

Ma Bros’ non è solo arte gastronomica ma un marchio di successo gestito dalla Holding company, fondata nel 2019 da Floriano e Isabella, Holding che sviluppa le strategie, costruisce e gestisce i progetti ed i brand ideati: il ristorante stellato Bros’, la trattoria Bros’, la pasticceria Bros’, l’ASD Bros Rugby Club e l’immagine degli stessi chef.

Ma scopriamo ora una delle menti dietro al progetto e ci rivolgiamo allo chef Floriano Pellegrino:

Quali sono i prossimi passi di Bros?

“Continuare ad evolversi, a crescere continuando a cercare la perfezione in qualsiasi ambito oltre alla sostenibilità. Il prossimo passo sarà sicuramente il cambio di location, un cambio di cui sentiamo la necessità dopo aver preso tutto ciò che potevamo dal posto in cui siamo ora.”

Ora fate anche ospitalità nel vostro trullo di famiglia, oltre al bistrot? Come mai questa scelta?

“In realtà non abbiamo un trullo di famiglia, quindi ancora non abbiamo iniziato a fare ospitalità; è un progetto che abbiamo in serbo con l’arrivo del nuovo Bros’. Lo faremo perché sarà uno modo per rendere l’esperienza ancora più a 360° e la maggior parte dei nostri clienti cerca sempre un alloggio quando viene a fare l’esperienza da noi e averne uno noi stessi sarebbe l’ideale.”

Quale delle due proposte di ristorazione vi dà maggiore soddisfazione?

“Entrambe: con i loro pregi e difetti. Anzi, vorremmo continuare a offrire proposte diverse per cercare di includere un po’ tutte le fasce di età, ma sappiamo che ci vuole tempo e pazienza.”

Sei uno dei pochi a creare una Holding, non solo un ristorante, ci racconti perché?

“Aggiungo con mille difficoltà perché Isabella ed io siamo a tutti gli effetti i proprietari e fondatori e non è facile quando tutto dipende da te al cento per cento. Noi fin da subito abbiamo avuto chiaro cosa volevamo diventare e comunicare – ovviamente il percorso ed i processi ci hanno insegnato tanto e continuano a farlo. Principalmente la nostra holding è quella che prende in carico tutto ciò che è comunicazione per noi e per esterni.”

Cosa ne pensi dell’americana che aveva commentato male la vostra cucina? Alla fine vi ha fatto una buona pubblicità

“Con il senno di poi assolutamente sì, penso che dal momento in cui una persona si metta in gioco è un dovere sapere accettare le critiche e le sconfitte, noi lo facciamo ogni giorno continuando a lavorare duro per raggiungere il nostro obiettivo. Ma effettivamente da quando è successo molti più americani vengono a provare Bros’!”

Quali sono i piatti che consiglieresti assolutamente di provare a chi viene ora nel tuo
ristorante e perché?

“Consiglierei l’edizione 25 passi e di lasciarsi trasportare dall’esperienza, non solo dei piatti ma da tutti i passi di Bros’.”

E quali per chi vuole provare un tuo classico?

“Sicuramente spaghetto, grasso rancido, aglio e peperoncino, un passo emblema di quello che facciamo, ma soprattutto di quello che vogliamo comunicare.”

Cosa vorresti dire ai giovani che iniziano a intraprendere questa carriera ora?

“Di credere nel processo e nelle difficoltà e di investire tutto nelle competenze.”

E a chi vuole diventare un imprenditore della ristorazione?

“Di non puntare subito all’investitore ma di fare i passi uno alla volta, di studiare, viaggiare, lavorare duro e superare i propri limiti per avere idee chiare che porteranno ad avere progetti chiari! Anche qui, zero scorciatoie.”

Tuoi pregi e difetti?

Pregi: Ambizioso, determinato e intuitivo.
Difetti: Testardo, permaloso e a volte presuntuoso.

E i pregi e difetti di Isabella?

Pregi: Intelligente, fedele, leale
Difetti: Presuntuosa, orgogliosa e testarda

Cosa vorresti dire a chi lavora gomito a gomito con la propria compagna?

Di tenere duro! Di dividere il lavoro perfettamente con diversi compiti e mansioni e di avere tanta disciplina.

Info utili

Bros Trattoria

Via Degli Acaya 2 – 73100 Lecce

+39 388 345 7101

info@pellegrinobrothers.it

Sito

Articoli correlati

Nativo Champagne, Food & Drink: a Fiumicino l’aperitivo cool

Valentina Franci

Roots: la nuova sfida di due giovanissimi talenti della cucina

Michela Eligiato

Napoli: la nuova Terrazza dei Barbanti, il ristorante dell’Hotel San Francesco al Monte

Nadia Taglialatela