Magazine di ristorazione e itinerari enogastronomici • Martedì 27 Ottobre 2020

Guida Michelin: novità e conferme degli stellati in Puglia

Dal Salento al Gargano, in Puglia la ristorazione d’eccellenza è in fermento. Ecco quindi una guida pratica alla scoperta degli 11 monostellati della regione tra novità, cambi location e molto altro

In Puglia sono 11 le stelle del firmamento Michelin. Nessun tre stelle o due stelle, solo monostellati per il momento. È una regione in fermento, non mancano le novità. A Carovigno cambia nome lo storico ristorante Al Fornello da Ricci, a Trani sono attesissime l’apertura del nuovo ristorante di Felice Sgarra dopo la chiusura annunciata su Facebook di Umami e il cambio di location di Quintessenza dei fratelli De Gennaro. A Lecce Floriano Pellegrino lancia Metaland, il Visionary food talks.

Ecco dunque una guida alla scoperta delle ultime novità delle stelle pugliesi.

Al Fornello da Ricci

Al fornello da Ricci si cambia rotta. Il ristorantecon la più antica e ininterrotta stella Michelin di Puglia si chiamerà Antonella Ricci e Vinod Sookar. Nel passaggio generazionale la continuità è stata accompagnata da una intelligente opera di rinnovamento. Il ristorante sulle colline tra la valle d’Itria a Ceglie Messapica rimane identico, è una casa di campagna con trullo circondata dal verde. I menù degustazione sono due da 55 e 65 euro. Per gustare il pesce assente in carta, ci saranno solo due modi: il servizio di personal chef a domicilio, oppure in uno dei tanti eventi in Italia o all’estero. L’accoglienza è affidata a Rossella Ricci, sommelier. La carta vini ha 200 etichette, una selezione delle migliori produzioni regionali.

Via delle Grotte 11, Ceglie Messapica (BR)

Tel. +39 0831 377104

Sito

Mail: info@alfornellodaricci.com

Aperti a cena dal mercoledì alla domenica. Lunedì e martedì chiuso

Angelo Sabatelli

Angelo Sabatelli. Monopolitano doc, ha trascorso lunghi anni in Oriente per perfezionarsi, affinare le proprie tecniche e conoscenze culinarie. Ha gestito in contemporanea ben otto ristoranti con 120 cuochi. Il talento e la determinazione sono innati, è uno dei punti di riferimento della cucina d’autore in Puglia. Gli piace sorprendere, l’ispirazione alla tradizione è contaminata dalle esperienze esotiche e dalla creatività. La nuova location ha sede a Putignano. I percorsi degustazione sono due, I classici, 8 portate a 100 euro, Emozioni extraterritoriali, 11 portate a 130 euro. A far sentire come a casa gli ospiti ci pensa Laura Giannuzzi, moglie di Angelo, ad esaltare l’abbinamento con i vini i sommelier Angelo Lippolis e Nataša Zdravković. I coperti sono 24, le etichette in cantina 1300.

Via Santa Chiara 1, Putignano (BA)

Sito

Tel. +39 080 4052733

Chiuso lunedì e martedì (da ottobre a maggio). Chiuso lunedi (da giugno a settembre)

Bacco

Bacco. Nel 2019 Ruggiero Doronzo ha preso le redini, diventando prima chef e poi anche patron del ristorante stellato. È tornato nel 2006 nella sua Barletta per affiancare la signora Angela Campana, moglie di Franco Ricatti, lo storico patron. Semplicità e stagionalità contraddistinguono la sua cucina contemporanea, capace di esaltare i sapori dei prodotti del territorio e renderli sempre i protagonisti assoluti. Ama affermare: “Per raggiungere una buona cucina, l’unica strada è quella dell’innovazione, l’unico bagaglio da portarsi dietro è quello della tradizione”.  Il menù degustazione è composto da 9 portate al costo di 90 euro. Sono circa 300 i vini in carta.

Piazza Marina, 30, 76121, Barletta (BT )

Sito

Mail

Chiuso lunedì, domenica a cena, martedì a pranzo

Tel: (+39) 0883 334616

Bro’s Restaurant

Bro’s Restaurant. Dopo tre anni dall’apertura e la conquista della prima stella Michelin nella città di Lecce, Floriano Pellegrino e Isabella Potì (qui la ricetta del suo “Uovo Fucking Cold”), sono sempre più convinti che la cucina debba essere un percorso, e come tale, va eseguito guidando gli ospiti nei sentieri del gusto da loro creati. Sono 3 i menu degustazione: 8 portate a 120 euro, 8 portate variante vegana a 120 euro, 13 portate a 180 euro. I coperti sono 25, i vini in carta 400.  Isabella Potì è l’head chef, Ruben Perez Jimenez il floor manager, Antonio Fumarola l’head sommelier e Luigi Platania floor assistant and assistant sommelier. Recentemente dal suo profilo facebook Floriano ha annunciato il lancio di un nuovo progetto chiamato Metaland, Visionary food talks. Sarà un summit internazionale con l’obiettivo di tracciare le traiettorie della ristorazione del futuro, si svolgerà a Scorrano, presso Roots Trattoria dal 5 al 6 luglio.

Via degli Acaya, 2, 73100, Lecce

Sito

Mail: info@pellegrinobrothers.it

Tel. +39 0832 092601

Chiuso domenica a cena, il lunedì ed il martedì

Casamatta

Casamatta. Pietro Penna, classe ’84, originario di Specchia nel Salento è l’executive chef. I menù degustazione sono due Impronta, 5 portate a 60 euro,  e Matta, 7 portate a 80 euro, gli abbinamenti inaspettati, esaltano l’estro creativo e l’esperienza internazionale dello chef. Sono 400 le etichette nella carta dei vini. La sala ristorante ospita 40 coperti, i tavoli di epoche e stili diversi, sono accostati in maniera casuale e allestiti con sedie ultra moderne di gusto nordeuropeo. L’illuminazione è realizzata con i pezzi delle classiche luminarie dei giorni di festa in Puglia.

Cda Scrasciosa Manduria

Sito

Aperto a pranzo e cena dal lunedì al sabato dalle 12.30-14.00/19.30-22.00. Domenica dalle 12.30-14.00

Tel. 099.990.8013/ +39 3515045549

Cielo

Cielo. Andrea Cannarile è l’head chef de Il Cielo, il ristorante del Relais La Sommità di Ostuni. L’obiettivo è proporre un viaggio sensoriale, tra tradizione e sperimentazione, attraverso piatti che giocano con forme e colori. È una cucina attenta al territorio, il menù che cambia ogni sessanta giorni seguendo l’alternarsi delle stagioni. I menù degustazione sono due Acqua, 4 portate a 95 euro, Fuoco 4 portate a 85 euro. Il sommelier è Tommaso Nitti.

Via Scipione Petrarolo, 9, 72017 Ostuni (BR )

Tel. +39 0831 305925

Sito

Mail: info@lasommita.it

puglia

Due Camini

Due Camini. Domenico Schingaro per tutti Domingo è l’executive chef del Due Camini a Borgo Egnazia, il ristorante gourmet con la stella Michelin del magnifico resort a Savelletri di Fasano. I percorsi degustazione sono tre, ruotano ogni due mesi. Mediterraneo, cinque portate tra vegetale e pesce a 100 euro a persona; A mano libera, sei portate estratte dalla carta e selezionate dallo chef a 120 euro a persona; Dai nostri mari alla nostra Murgia, un viaggio alla scoperta dei sapori regionali dai meno 50 metri di profondità del mare fino a 450 metri di altezza, nove portate a 150 euro a persona. La sala è affidata al giovane maitre Nicola Loiodice. La carta dei vini è composta da 1100 etichette.

Strada Comunale Egnazia, 72015 Savelletri (BR)

Tel. 080 225 5351

Sito

Mail: due.camini@borgoegnazia.com

puglia

Già Sotto l’Arco

Già Sotto l’Arco. Il ristorante di Teodosio Buongiorno e Teresa Galeone è da sempre in un bel palazzo del’700 a Carovigno. La storia della famiglia ha inizio nel 1982. Quella di Teresa è una cucina attenta al territorio, alla stagionalità, non ama stupire o sbalordire con voli pindarici, è essenziale la freschezza delle materie prime. Il menù degustazione ribattezzato Teresa a sorpresa propone 3 portate a 65 euro, 6 portate a 85 euro, 8 portate a 100 euro, tutti i piatti sono scelti dalla chef. I coperti sono 30, ad occuparsi dell’accoglienza ci sono Teodosio e sua figlia Antonella. La carta vini è composta da 500 etichette. Nel 2009 Teodosio ha fondato la propria azienda agricola, si coltivano olio, primitivo, negroamaro e fiano. E’ in progetto la realizzazione di una propria cantina.

Corso Vittorio Emanuele, 71, 72012 Carovigno (BR)

Tel. 0831 996286

Chiuso domenica e domenica a cena

Sito

Mail: info@giasottolarco.it

puglia

Memorie di Felix Lo Basso

Memorie di Felix Lo Basso. Felix lo Basso è lo chef e patron di Memorie a Trani. Il ristorante nasce dalla nostalgia per la propria terra. Nei piatti riaffioranoi profumi dell’infanzia, dei pasti preparati dalla nonna e dalla mamma.  L’eleganza e la cura del dettaglio, come la valorizzazione degli ingredienti, il rispetto della stagionalità e l’impronta pugliese sono sempre alla base. I menù degustazione sono in continuità con Milano, ‘I miei classici’, 5 portate a 70 euro, sulla via del ricordo; ‘Ispirazioni in autunno’, 7 portate a 90 euro, un percorso ispirato dai prodotti di stagione.  I vini in carta sono 450. In sala il fratello maggiore Antonio Lo Basso, i coperti sono 38.

Lungomare Cristoforo Colombo 160, Trani 76125 (BT)

Aperto a pranzo e cena, chiuso lunedì e domenica a cena

Tel. +39 0883 179 4315

Sito

puglia

Pashà

Pashà. La storia ha inizio con Antonello Magistà e mamma Maria Cicorella, smesse le vesti di massaia diventa chef, nel 2013 è arrivata la stella Michelin. Nel 2016 la sede è stata trasferita presso il Seminario Vescovile e in cucina ha fatto il suo ingresso Antonio Zaccardi e sua moglie Angelica Giannuzzi piastry chef. Innovazione e tradizione, passione e ambizione vanno a braccetto. I menù degustazione sono tre: Mamma Maria 5 portate a 80 euro, Colori e sapori di stagione 8 portate a 130 euro, Carta Bianca da e fuori menù, 10 portate a sorpresa a 150 euro. I coperti sono 30, le etichette della storica cantina sono 900, è curata da Antonello.

Via Morgantini 2, 70014 Conversano (BA)

Tel. +39 373 800 2809

Sito

Mail: info@ristorantepasha.com

Chiuso martedì

puglia

Quintessenza

Il Quintessenza di Trani, della famiglia Di Gennaro nasce nel 2011 per volontà di Stefano che coinvolge i fratelli nella sua avventura e li chiama a raduno. In cucina c’è Stefano, Domenico dirige la sala, Saverio si occupa della cantina, Alessandro, il più piccolo, è il pastry chef. Sono i corso i lavori per il trasferimento nella nuova struttura, al momento è tutto top secret. L’inaugurazione dovrebbe essere in primavera. L’accoglienza è calorosa, ma mai invadente, un equilibrio tra formale ed informale, l’ospite si sente coccolato, come se fosse a casa propria. I menù degustazione sono due, 5 portate a 58 euro, 6 portate a 70 euro. La carta vini è composta da 150 etichette circa, i coperti al momento sono 28.

Via Nigrò, 37, 76125 Trani (BT)

Tel. +39 0883 880948 +39 3473804174

Sito

Mail: info@quintessenzaristorante.it

Chiuso il martedì e la domenica a cena

Dopo la chiusura di Umamì, è attesa con ansia imminente l’apertura del nuovo ristorante di Felice Sgarra a Trani.