Magazine di ristorazione e itinerari enogastronomici • Venerdì 12 Agosto 2022

La pizza conquista Bologna con due nuove aperture: Berberè e Da Zero

All’ombra della Torre degli Asinelli impazza la pizza mania. In un susseguirsi di nuove aperture da non perdere, noi ve ne indichiamo due che, già dal nome, non hanno bisogno di tante presentazioni.

Berberè

Non c’è due senza tre per i fratelli Aloe che, nella città da cui sono partiti, hanno dato vita in questi giorni al terzo locale, dopo quello di Castelmaggiore nel 2010  e quello di Via Petroni nel quartiere universitario del 2013. Con la nuova apertura in Piazza di Porta Saragozza 6/A sono diventate 15 le pizzerie disseminate in Italia e all’estero, sempre fedeli alla qualità che ha garantito il successo ottenuto in questi dodici anni.

Il nuovo locale, che in passato ha ospitato già dei ristoranti, è stato completamente rinnovato e rivisto permettendo una capienza di 160 ospiti tra la sala e il grande dehors interno con piante di agrumi e un’illuminazione molto suggestiva.

Sono una quindicina le pizze proposte in carta, dalle più tradizionali come la Margherita realizzata con fiordilatte d’Agerola, pomodoro bio, basilico e olio evo Alce Nero e quelle più insolite come la Tonno con salsa verde.

Sempre in linea con l’utilizzo dei prodotti biologici, e il lievito madre vivo dal 2010, la filosofia di Berberè offre tre tecniche d’impasto a rotazione: quello classico, quello speciale con l’alternanza di farine bio a quelle di farro integrale e semola di grano duro ed infine quello in idrolisi dalla fermentazione del grano spezzato in acqua calda senza aggiunta di lievito.

In carta anche le montanarine fritte, che un tempo si facevano solo in casa e ora diventate di gran moda, e vengono suggerite in varie versioni.

Una proposta insolita viene dal servire, su richiesta due salse una di miele all’ ‘nduia e una verde, per condire il bordo della pizza e godersela tutta.

BERBERÈ

Piazza di Porta Saragozza 6/4 tel 051 018 5193 

sito: www.berberepizza.it

Da Zero

Dalla Puglia al Cilento, novità in pieno centro in via Malcontenti 3, una stradina parallela alla più importante Via dell’Indipendenza.

Ha aperto il suo sesto locale Da Zero, partito nel 2014 da Vallo della Lucania per conquistare gli amanti della pizza di Milano, Torino, Firenze e ora anche i bolognesi.

I due soci salernitani hanno racchiuso nel nome della società il loro imperativo, per fare una buona pizza ci vuole la farina Zero e gli ingredienti a km Zero, ovvero che provengono tutti da produttori cilentani che li realizzano in esclusiva per loro.

Ecco quindi che trascorrere una serata in pizzeria diventerà un’esperienza non solo gustativa, ma sarà un “viaggio” nel Cilento attraverso i suoi profumi e i suoi sapori più veri e genuini.

Non si potrà quindi non assaggiare l’antipasto, un concentrato di golosità che comprendono la “mozzarella nella mortella”, mozzarella vaccina avvolta nelle fronde di mirto, il crostino con crema di ricotta di bufala e le alici di menaica, dal nome della rete con cui vengono pescate che trattiene solo quelle più grandi, il cacioricotta di capra, pizzetta fritta, i salumi di Gioi, il tonno di Palinuro, le olive ammaccate di Salella.

Nel locale moderno ed accogliente con una sessantina di posti, in bella mostra ci sono tutti i prodotti testimoni di questo territorio.

In omaggio a Bologna tre pizze, arricchiscono il menù già corposo, nelle quali le tipicità del Cilento e dell’Emilia si riuniscono; La Dotta con crema e punte di asparagi d’Altedo, crema di bufala, terriccio d’uovo e capocollo artigianale, la Grassa con fior di latte, crema di ceci di Controne, mortadella, limone marinato e crema di basilico e infine la Rossa (in doppia cottura) con ricotta di bufala aromatizzata al mirto, mortadella e polvere di mirto.

Non resta che l’imbarazzo delle scelta!

DA ZERO

via Malcontenti 3  tel 051 0260515  

sito www.cominciadazero.com