Magazine di ristorazione e itinerari enogastronomici • Giovedì 27 Giugno 2019

Livello 1: all’EUR il nuovo ristorante gourmet che è anche pescheria (e Fish&Cocktail)

Pesce di qualità e sempre freschissimo in un locale moderno ed elegante. In cucina il tocco stellato di chef Felice Lo Basso

 

Ristorante, pescheria e Fish&Cocktail: tre realtà dello stesso locale, Livello 1, in via Duccio di Buoninsegna 25, nato dall’idea di un gruppo di amici appassionati di buona cucina e soprattutto di ottimo pesce.

Nuovissimo indirizzo gourmet della capitale, Livello 1 ospita nel cuore dell’EUR sessanta coperti e trenta posti all’aperto; il tutto in un’atmosfera decisamente moderna, elegante e ricercata grazie al tocco della proprietaria (e interior designer) Emilia Branciani, che ha scelto «colori naturali, con la predominanza degli elementi di terra e di acqua, per creare un ambiente confortevole in cui il cliente potesse sentirsi protagonista e vivere un’esperienza gastronomica fuori dal comune». 

Un ambiente accogliente, luminoso e completamente insonorizzato; una location perfetta anche per organizzare business lunch. Di grande effetto la vetrata targata Casali che separa la cucina dalla sala, creata ad hoc per il ristorante, dal leggero effetto ondulato e decorata con dei rami marini che lasciano intravedere il lavoro svolto dallo chef e dalla sua brigata.

 

LA CUCINA

Sposa la filosofia dello stellato Felice Lo Basso. Livello1 nasce, infatti, grazie alla collaborazione con lo chef di origine barese, legato ai proprietari da un rapporto di profonda stima e amicizia. A Lo Basso il compito di curare la cucina, formare il personale, scegliere i piatti e rinnovarli stagionalmente. A Mirko Di Mattia, giovane e talentuoso chef proveniente dal Gavius, l’incarico di portare avanti quotidianamente il lavoro impostato da Felice Lo Basso.

«Ho conosciuto i proprietari durante il loro soggiorno all’Alpenroyal Grand Hotel dove io lavoravo ­- racconta Lo Basso ­- e subito ho percepito la loro passione per la buona cucina. Nel corso degli anni la nostra amicizia si è consolidata e così ho deciso di seguirli nel progetto di creare un ristorante che facesse solo pesce. Io sono di origine pugliese, il mare è la mia vita. Abbiamo voluto realizzare ­prosegue ­una cucina di livello (da qui il nome del ristorante) basata sulla scelta di un prodotto di qualità, lavorato il meno possibile proprio per esaltare l’eccellenza della materia prima».

 

PESCE FRESCHISSIMO 

Quale miglior garanzia di un pesce sempre fresco se non la presenza della Pescatoria annessa al ristorante? Nella cucina di Livello1 ogni giorno arriva il pescato fresco dai mari locali, a ulteriore garanzia dell’idea di fornire una cucina attenta alla qualità e alla stagionalità della materia prima.
La Pescatoria, adiacente ma separata dal ristorante, è stata realizzata dai proprietari per la vendita al dettaglio del pesce preveniente tutti i giorni da Anzio, Ponza e Fiumicino. È questa la materia prima che viene usata nelle creazioni di Livello1 dal pranzo alla cena senza tralasciare l’ora dell’aperitivo.

 

LE OFFERTE GASTRONOMICHE

Per chi volesse assaporare un aperitivo o una cena easy a base di pesce, Livello1 propone un gustoso menu di pesce da abbinare ai cocktails accuratamente realizzati Nicolò Andrenacci, giovane barman che annovera tra le sue esperienze professionale il Dorsia e La Pergola di Roma. Per gli amanti delle crudité suggeriamo le ostriche abbinate alla flûte di Prosecco Paladin o alle bollicine del Franciacorta Cà del Bosco Prestige; per gli irrinunciabili del cocktail Livello1 consiglia il ‘Sandwich caldo/freddo di pescato con Vodka Sour al basilico’, il ‘Salmone marinato con Caipirinha passion fruit’ e ancora il ‘Gambero Kataifi maionese di agrumi con Gin Sour Lemongrass’ e la ‘Bruschetta a lievitazione naturale con alici Cantabrico e burro abbinata a Vermouth Bianco Campari&Tonica’.

L’offerta gastronomica di Livello1 trova la sua massima espressione nel menu creato dallo chef Lo Basso, un viaggio nei sapori e nei profumi del mare da assaporare sia a pranzo che a cena. Si parte con gli antipasti, tra questi il “Croccante di tonno del Mediterraneo, con gelè di pomodoro e burrata, olio al basilico” e il “Fior di zucca in farcia di baccalà mantecato, spuma di patate e polvere di olive nere” per poi proseguire con i primi, da segnalare il “Risotto mantecato, cacio, pepe e scampo” e il “Pacchero farcito di gamberi e zucchina romana, vellutata di crostacei”. L’excursus culinario prosegue con i secondi, da assaggiare le “Triglie farcite con scarola e provola affumicata, frutti rossi” e la “Ricciola cotta nel fumo di erbe e limone, spugna alla rapa rossa, patata viola e asparagi bianchi”. Chiude il menu una selezione di dessert tra cui il “Tiramisù di banana al curry, passion fruit e mango” e il “Semifreddo ai semi di papavero e vaniglia, consistenze di frutta e verdure”. Il menu include anche una selezione di crudi e un percorso di degustazione di tre, cinque o sette piatti a scelta dalla carta.

A pranzo poi, oltre al menu dello chef Lo Basso e ai piatti definiti Classici come ad esempio i ‘Tagliolini all’astice’, è possibile assaporare i piatti del giorno realizzati a seconda del pescato fresco disponibile.

 

I VINI

Grande attenzione è stata riservata alla selezioni dei vini bianchi, rossi, rosati e spumanti. Eccellenza e ricerca sul territorio sono stati gli aspetti principali tenuti in considerazione dalla Master Sommelier Stefania De Franceschi, nella realizzazione della carta. Produzioni di nicchia, poco note al grande pubblico, che ben si coniugano con i piatti di pesce di Livello1 per offrire così un’esclusiva esperienza enogastronomica.