Magazine di ristorazione e itinerari enogastronomici • Mercoledì 28 Settembre 2022

Palazzo De’ Rossi: cucina tradizionale, ma non solo, nel nuovo progetto di Chef Poletti

palazzo de' rossi

Tagliatelle, tortellini e crescentine, ma anche piatti a base di pesce e proposte alla brace. Ivan Poletti ama le sfide e il nuovo corso di Palazzo De’ Rossi a Sasso Marconi, a Bologna, ne è la conferma.

È sicuramente la rivelazione di questa estate perché i bolognesi hanno riscoperto il ristorante inserito in un contesto davvero unico, quello di Palazzo De’ Rossi, edificio medievale eretto a Sasso Marconi, a pochi chilometri da Bologna.

Palazzo De’ Rossi domina la corte dell’annesso borgo dove, per molti anni, in uno dei locali c’era una frequentata trattoria nota per le sue rane fritte.

Dopo un recente ed elegante restauro e l’ arrivo dello chef Ivan Poletti (vedi il nostro articolo) il ristorante ha preso un nuovo corso.

Nella corte, all’ombra di centenario ippocastano con vista sulle mura merlate, si possono sorseggiare ottimi drink e cocktail signature realizzate alla barman Alice Angelico, con in sottofondo sia la musica che il gorgoglio dell’acqua del Reno che lambisce il castello.

La proposta gastronomica

Ad accompagnare i cocktail, non i soliti snack ma sfiziose golosità fritte come i fiori di zucca, le olive ascolane e i tortellini fritti. Ma se si vuole qualcosa di più sostanzioso, non mancano le crescentine fritte con il belculotto e lo squaquerone: bocconcini di crescenta con la spuma di mortadella che escono dalla cucina di Ivan Poletti, chef dall’esperienza ultraventennale che, pur legato alle sue origini emiliane, sempre si evolve nella contemporaneità.

In questo nuovo viaggio la proposta gastronomica rispetta la tradizione bolognese nei suoi capisaldi come le Tagliatelle al ragù, i Tortellini (che qui si mangiano in brodo anche in agosto n.d.r.) la lasagna rigorosamente verde, e i balanzoni.

Lo chef ama le sfide e così ha affiancato alla tradizione alcuni piatti a base di pesce, insoliti e intriganti come i Tortelli ripieni di brandade di baccalà con pomodorini confit, olive taggiasche e capperi e i Passatelli con ragù leggermente piccante di polipetti (qui la ricetta dello chef per i passatelli al parmigiano).

Lo stesso vale per i secondi: immancabile la Cotoletta alla bolognese “come piace a noi”. “L’ho chiamata così altrimenti le contestazioni sarebbero state infinite” commenta lo chef. In menù anche il Polpo brasato con pepite di farina di ceci crema di patate e pomodori confit, le Cappesante gratinate con pane al basilico e spuma all’aglio di Voghiera e gli Spiedini di calamari alla romagnola con maionese al lime.

La brace

La brace è un‘altra delle passioni di Poletti, che con il bbq ha molta dimestichezza oltre che la maestria. E così essendo la sua cucina fornita di un barbecue americano, oltre alla Tagliata di filetto su insalata di spinacini crudi e patate al Sale dello Zingaro, si possono trovare anche le Costine di maiale laccate all’aceto balsamico con patate al forno.

Bella scelta anche nei dolci, semplici ma di sostanza. Tra questi la Crema cotta al forno con vaniglia naturale del Madagascar e caramello spento al caffè, fiore all’occhiello dello chef, e il Millefoglie frutti rossi di stagione e mascarpone. E ancora la Torta tenerina con mascarpone, la Cheesecake con frutti di bosco, e il Gelato alla crema e vaniglia naturale home made con amarene sciroppate.

Un menù ricco da gustare nelle sale riservate oppure all’aperto, sotto gli ombrelloni ammirando l’imponente facciata di Palazzo De’ Rossi.

Info utili

Palazzo de’ Rossi Ristorante

Via Palazzo Rossi, 14, 40037 Sasso Marconi

Tel: +39 051 401295     

Sito