Magazine di ristorazione e itinerari enogastronomici • Giovedì 24 Settembre 2020

Profumo su Roma, una terrazza al tramonto

D’una città non godi le sette o le settantasette meraviglie, ma la risposta che dà a una tua domanda.

(da Le città invisibili, Italo Calvino, Einaudi, 1972)

Se Marcel Hanoun diceva che di tutti i sensi, l’odorato fosse quello che lo colpisse di più e si domandava come facessero i nostri nervi a farsi sfumature, interpreti sottili e sublimi, di ciò che non si vedesse, non si intendesse, non si scrivesse con le parole? Ed arrivasse alla conclusione che l’odore fosse immateriale come un’anima, possiamo sostenere che anche le città hanno un loro odore?

Se un profumiere è arrivato a dire che l’anima degli esseri è racchiusa nel loro odore, questo può valere anche per una città?

Roma non è l’odore dei mattoni di cui è costruita, l’odore secolare di quei rossi laterizi, dei suoi marmi, del porfido, dei mosaici, della nera pietra lavica delle sue pavimentazioni?

Non è l’odore dell’acqua delle sue fontane e fontanelle, e delle sue piante, delle sue ville, una volta tenute di campagna di principi e cardinali, oggi inglobate nella città?

E per sentire tutto questo, cosa di meglio di una terrazza?

Per avvertire, distinguere le componenti dell’odore di Roma, al tramonto, ed incontrare le essenze dei profumi di un Maestro francese come Frédéric Malle, creatore delle Editions de Parfums nella cornice della Sky Blue Pool Terrace del rinnovato Aleph Rome Hotel, Curio Collection by Hilton.

Qui, all’ altezza dei tetti della città, in un palazzo dall’architettura eclettica che già tendeva al razionalismo, capace di commistioni di bugnati e mascheroni con linee ideali di spazi resi funzionali dalla ragione e dalle idee dell’inizio del Secolo breve, in un contesto riservato quanto dedicato, abbiamo potuto scoprire i romanzi dell’editore dei profumi, questo ardito maestro francese che ha voluto pensare i profumi come racconti e racchiuderli in un ideale libro, facendo emergere il  compositore delle essenze. Come non innamorarsi a primo olfatto di chi fa prevalere la persona sulla casa, nell’epoca della impersonalizzazione e dello strapotere dei marchi?

Frédéric Malle ha avuto la fortuna di potersi permettere il lusso che a pochi in ogni generazione viene concesso, quello di essere un sognatore che riesce a vivere da utopista.

Come altro definire un profumiere che, in un mondo di smisurato ego quale la moda è, concede ai suoi nasi di emergere dall’ombra del loro lavoro e di ritrovarsi in una quarta di copertina di un libro, con propria foto e nota biografica?

Editore di profumi, è vero. Il suo sogno, la sua surreale e fantastica utopia non poteva trovare concetto più vero.

Durante il percorso ho potuto dissetarmi con un cosmopolitan, molto buono, fresco e dissetante nel bar sulla Sky Blue Pool Terrace del rinnovato Aleph Rome Hotel, Curio Collection by Hilton, eripartirecon addosso Music for a while di Carlos Benaïm, fresco e deciso, inizialmente fruttato, introdotto da note di ananas, per poi lasciarti con la persistenza della lavanda.

Degli amori si dice che sia finita solo se dell’amante non se ne ricorda più l’odore. Mi chiedo quindi due cose.

Vista la cornice, sopra piazza Barberini, sopra la fontana del Bernini, sopra la Galleria d’arte antica che conserva la Fornarina di Raffaello, dietro la Via che fu della Dolce Vita, dietro Palazzo Margherita, ora Ambasciata Usa, sotto lo storico Excelsior, sotto Villa Borghese, mi chiedo quindi se la Curio Collection della Hilton, ma più di tutto, se Frédéric Malle sappia che proprio qui, prima dell’Unità d’Italia, del 1870, della presa di Roma, vi era la più bella villa di tutta Roma, Villa Ludovisi.

Sarebbe piacevole pensare un naso delle Editions de Parfums di Frédéric Malle passeggiare per Roma, carpendo l’odore di questa città, per poterne poi tradurre l’idea con delle essenze, dalla cui risultante nasca un profumo.

È possibile catturare l’odore dell’eternità? A Roma ci si ritiene tali, qui la autoproclamano città eterna. Ma dietro quel concetto e proclama di eternità, si nascondono decadenza, corruzione, potere e rovine.

Per questo per cogliere le essenze di questa città bisognerebbe visitare sempre almeno quattro luoghi, così come un accordo musicale, l’accordo di un profumo contiene quattro essenze, o note accuratamente selezionate in base alla loro affinità armonica: il ritratto di papa Innocenzo X dipinto da Diego Velazquez alla Galleria Doria Pamphilj, per cogliere la decadenza, la corruzione ed il potere; il Palatino per capire le rovine; l’Erinni Ludovisi per cogliere il senso dell’eternità; ed infine il Pantheon, per il senso di universalità di cui Roma era portatrice. Buona passeggiata.

Frederic Malle

Editore di profumi e autorità nella produzione di profumi

Come esperto di profumi, Mr. Malle seleziona i profumieri il cui lavoro sta cambiando il volto dell’industria. Come loro editore, li guida individualmente attraverso il loro processo creativo per garantire che superino sempre i loro limiti. Insieme, creano opere d’arte che rappresentano il meglio di ogni categoria olfattiva: i grandi classici di domani.

Frédéric Malle è nato in una famiglia francese di industriali, artisti e profumieri. Suo nonno, Serge Heftler-Louiche, fondò Parfums Christian Dior prima che la direzione passasse alla madre di Frédéric. Lo stesso signor Malle ora rappresenta la terza generazione di specialisti di profumi nella sua famiglia ed è diventato un’autorità mondiale nella produzione di profumi.

Malle ha acquisito una vasta conoscenza delle materie prime e del bilancio olfattivo presso il prestigioso laboratorio di profumi Roure Bertrand Dupont, dove ha anche stretto amicizia con i principali profumieri del settore. Ha lavorato con loro per oltre 25 anni, coltivando relazioni personali definite fino ad oggi dalla reciproca fiducia e rispetto. Questi profumieri d’elite hanno tutti accettato l’invito di Frédéric Malle ad unirsi a Editions de Parfums e far rivivere la profumeria di lusso.

La decisione di Frédéric Malle di creare Editions de Parfums è stata prima di tutto una reazione al commercio di profumi guidato dalle logiche di mercato della metà degli anni ’90 che ha favorito l’immagine rispetto al profumo stesso. Per questa ragione i profumieri erano frustrati da un mercato che privilegiava l’immagine rispetto al prodotto. Il profumo concepito come opere d’arte stava morendo, insieme allo stato artistico dei loro creatori. L’ambizione di Frédéric Malle di ripristinare la qualità era accompagnata dal desiderio di trasformare il modo in cui le persone vedevano i profumieri: pubblicare i profumi con il loro nome e affermare il loro status di artisti.

Così è nata l’idea di una casa editrice per il profumo, dove i profumi vengono creati e pubblicati come opere d’arte uniche. Frédéric Malle, il cui ruolo è molto simile a quello di un editore, accompagna individualmente i suoi profumieri nel loro percorso per superare i limiti creativi e comporre i classici del profumo di domani.

Becerious | Gli Eventi Estivi all’Aleph Rome!#

Serate Jazz con vista su Roma sulla nostra Sky Blu Rooftop Terrace!

Danza sulle note del jazz, Soul e R&B e goditi le live performance di fenomenali artisti.

L’ingresso è libero ma consigliamo di prenotare. Per consultare il programma clicca QUI.

Per info e prenotazioni:  FCOAH_FB@hilton.com | 064229001