Magazine di ristorazione e itinerari enogastronomici • Venerdì 28 Gennaio 2022

Roma: 5 nuove aperture dell’autunno

nuove aperture dell'autunno

Torna a soffiare aria di novità a Roma. Ecco cinque nuove aperture dell’autunno da tenere d’occhio in città.

Superato (almeno in parte) il periodo più buio della crisi causata dal Covid, in città si respira aria di novità, seppur filtrata dalle mascherine che, sempre più, stanno entrando nella nostra quotidianità.

A Roma, tanti nuovi progetti hanno iniziato a prendere vita, contribuendo a diffondere un po’ di ottimismo e buon umore a questo lento e faticoso ritorno alla normalità.

Nonostante le misure di sicurezza sempre più stringenti, diversi imprenditori hanno, infatti, deciso di aprire le porte delle loro realtà e dopo le recenti inaugurazioni capitoline di Treefolk’s, Le Serre, La Masardona e Jerò, ecco quali sono i nuovi indirizzi in città.

1930’s Coffee Break

Informale e conviviale, 1930’s Coffee Break è il nuovo concept bar dell’Aleph Rome Hotel, Curio Collection by Hilton, una elegante proprietà nel cuore di Roma a pochi passi dalle leggendarie Piazza di Spagna, Fontana di Trevi e Villa Borghese.

Qui, tra pavimenti in marmo e arredi di design dallo stile trendy e cosmopolita, ci si può accomodare per trovare conforto dalla frenesia quotidiana per una colazione, un pranzo light o una merenda sfiziosa. In menu si possono trovare sandwiches artigianali, primi piatti fatti in casa (come ad esempio  i ravioli alla caprese), una selezione di insalate inusuali e le mille delizie che arrivano direttamente dal forno del 1930’s Coffe Break, e che possono essere gustate in loco o a take away.

Grande attenzione per il caffè, una miscela storica ed esclusiva firmata Bondolfi dal sapore intenso e persistente composta da 70% Arabica, 30% Robusta. Il caffè viene macinato da una macchina del caffè a leva tradizionale e glamour, l’Athena Leva della storica casa Victoria Arduino, che fa bella mostra di sé all’interno del locale.

Fiore all’occhiello il gelato, rigorosamente fatto in casa con le materie prime eccellenza della penisola italiana come il pistacchio di Bronte. Perfetta unione tra questi due punti di forza è l’affogato al caffè con gelato alla vaniglia. Una coccola davvero imperdibile.

Via di San Basilio 15

Sito

Alambicco

Nell’elegante quartiere Coppedè di Roma ha da pochi giorni preso vita un progetto nuovo e accattivante, sofisticato e accogliente. È Alambicco, caffetteria al mattino, ristorante la sera e rhumeria fino a tarda notte. Ideatori di questo poliedrico format sono Federica delle Vedove insieme a Marco Scarfò.

L’ambiente è curato e gioca sul cromatismo, dal carta da zucchero al color legno, passando per il bianco e per il nero, creando l’atmosfera ideale per ogni momento della giornata.

La proposta gastronomica parte dal mattino con caffè e dolci lievitati, centrifughe, tè e pancakes. Il menu del pranzo, ideato dallo chef Federico Spiga, è veloce e semplice, ideale per una pausa rapida dal lavoro. Dal pomeriggio via libera all’aperitivo con cocktail e drink analcolici accompagnati da taglieri di salumi e formaggi. Con il calare del sole, arriva la cena con i piatti della tradizione romana rivisitati dallo chef oltre ad un’ampia scelta di proposte alla griglia.

Fiore all’occhiello, dalle 22:00, la rhumeria con la sua ampia e variegata carta dei distillati (tra cui Matusalem, El Doraro, Pyrat Xo, Plantantion, J Bally e molti altri) abbinati a diversi tipi di cioccolato a rendere l’esperienza ancora più indimenticabile.

Via Tronto 8
Mail: alambicco.coppede@gmail.com
Pagina Facebook

Anvedi

Con questa nuova apertura ci spostiamo in zona Casal Palocco, nella periferia romana. Qui ha aperto le porte Anvedi, un luogo veracemente romano dove ritrovare tutto il gusto di una cucina casalinga, a prezzi popolari e porzioni “formato famiglia”. Spazio dunque a cofane di pasta e pizze extra large o a secchi di crocchette fritte.

Ideatori del progettoquattro imprenditori – già alla guida di locali appartenenti a una famosa catena– che affidano la cucina ad Andrea Becattini, eclettico chef romano con alle spalle un’esperienza trasversale in grado di unire tradizione ed innovazione.

Qui ristorazione e divertimento vanno di pari passo: il menu e l’atmosfera goliardica sono un invito a sedersi e sentirsi a proprio agio, respirando una romanità mai forzata, ma spensierata e autentica. Le colonne portanti sono la pizza romana, bassa e croccante, grande e anche in versione gluten free, la pasta targata Mauro Secondi, e le proposte di carne come arrosticini e bombette di saltimbocca.

Fiore all’occhiello le bombe alla romana, delle vere e proprie bombe fritte ripiene di sughi della tradizione o “Anvedi che fiore”, un fiore di zucca ripieno di baccalà mantecato. la sezione più stravagante del menu è senz’altro “NUN FA L’AMMERICANO”, in cui si gioca con ricette pop dagli States rivisitate in chiave romana, come il Mac & Cheese alla romana, le Ribs di spuntature o il Pulled Pork Burger con salsa bbq all’amatriciana. 

Via dei Pescatori 495
Tel: 06 521 2824
Pagina Facebook

Gli Esploratori

Ristorante, enoteca con servizio al tavolo e libreria con oltre 4000 titoli in scaffale. Questa la triplice anima di Gli Esploratori, il nuovo format inaugurato in via Trionfale 88. A idearlo gli ex proprietari di Ergo, un caffè letterario in zona Garbatella.

Nato in questo momento storico non facile, Gli Esploratori si pone come obiettivo quello di fornire alla clientela un’esperienza di esplorazione dell’Italia a 360 gradi, andando a toccare la tradizione gastronomica e la cultura di ogni singola regione del nostro paese. Una proposta un po’ spericolata ma decisamente affascinante visto che Gli Esploratori hanno intenzione di cambiare menu e proposta di vini ogni due mesi.

La cucina, aperta dal lunedì al sabato a pranzo e cena, è dunque tradizionale anche se rivisitata e rinfrescata per strizzare l’occhio alle generazioni più giovani. A dirigere i fornelli due chef, Umberto Mussato e Francesca De Chirico, coppia nella vita e nel lavoro con importanti esperienze alle spalle nelle cucine de La Pergola di Roma e Wisteria di Venezia.

A far da cornice, un ricco calendario di eventi con protagonisti importanti autori italiani e stranieri che racconteranno, nel corso delle serate a tema, storie e aneddoti delle regioni d’Italia tra cultura, cibo ed enologia.

Via Trionfale 88, Roma
Tel: 345 7197647
Sito

Pescaria

Dalla Puglia è arrivato finalmente anche a Roma, a due passi dalle Mura Vaticane. Stiamo parlando di Pescaria, il noto street food salentino che ha fatto impazzire l’Italia con i suoi panini al polpo.

Da qualche settimana, una moltitudine di persone ha invaso il marciapiede di Via Leone IV nel tentativo di accaparrarsi, dopo oltre due ore di fila, uno dei mitici burger di pesce irrorati da una birra ghiacciata. Ma non solo. Spazio anche alle insalatone dietetiche a base di salmone e frutta (fresca o secca), alle tartare e ai fritti succulenti.

Il successo è decisamente meritato e non solo per la qualità delle materie prime e la bontà dei panini ma anche per l’attenzione della catena all’ecologia e al riciclo. Pescaria è infatti il primo format interamente plastic free: dal 2018 ha infatti abbandonato ogni tipi di plastica monouso sostituendola con posate e bicchieri in PLA, materiale derivato dal mais perfettamente simile alla plastica ma in tutto e per tutto biodegradabile e compostabile.

Un motivo in più per mettersi in fila già da ora.

Via Leone IV, 14
Telefono: 06 3972 1160
Pagina Facebook