Magazine di ristorazione e itinerari enogastronomici • Sabato 22 Febbraio 2020

Gelato Festival 2019: tutte le tappe e le novità

gelato festival

Si scaldano i motori per il Gelato Festival, che torna anche quest’anno ad animare le più belle piazze italiane con fiumi di squisito gelato, gusti insoliti e ingredienti ricercati, coinvolgendo i migliori mastri gelatieri in un tour lungo lo stivale, che farà impazzire grandi e piccoli.

Il Gelato Festival organizzato da Carpigiani e Sigep (la principale fiera dedicata al gelato e al settore dolciario) insieme a Intesa Sanpaolo come top sponsor, partirà come di consueto da Firenze il 6-7 aprile a piazza Michelangelo, per poi raggiungere nel mese di aprile anche Roma (Villa Borghese, il 13-14 aprile), Torino (in piazza Vittorio Veneto, il 27-28 aprile) e Milano (in piazza Castello, il 4-5 maggio).

La manifestazione nata a Firenze nel 2010 ha allargato nel tempo i suoi orizzonti, raggiungendo prima gli appassionati di coni e coppette nel resto d’Italia, per poi giungere in Europa e – dal 2017 – anche negli Usa, con un totale di 64 Festival realizzati, prima di abbracciare tutto il pianeta col campionato mondiale dei Gelato Festival World Masters 2021, un percorso con centinaia di prove in 4 anni su 5 continenti, con giurie tecniche e popolari per aggiudicarsi il titolo di campione mondiale.

Il festival del Gelato 2019, che quest’anno quindi festeggia il suo 10°compleanno, si preannuncia perciò particolarmente ricco di appuntamenti e di opportunità interessanti per scoprire i segreti del mondo del gelato.

Per tutti gli amanti del gelato ci sarà pertanto davvero da sbizzarrirsi in questa edizione, fra assaggi, iniziative a tema, showcooking e laboratori didattici allestiti all’interno dei tre grandi food truck da 13 metri, su cui si articola la manifestazione. Tra essi non mancate una visita al “Buontalenti” il truck che ospita il più grande laboratorio mobile di produzione di gelato al mondo.

gelato festival

A Firenze in particolare, oltre alle creazioni di 16 mastri gelatieri, ai laboratori didattici e a tanti nuovi gusti di gelato, questa volta vi aspettano non solo i festeggiamenti per il 10° compleanno della manifestazione, ma si celebreranno anche una serie di importanti anniversari che renderanno questa edizione ancora più speciale.

In primo luogo il Gelato festival renderà omaggio ai 500 anni dalla nascita di Caterina de’ Medici e Cosimo I, due personaggi legati a doppio filo al mondo del gelato e ai suoi precursori. 

Sapevate infatti che fu proprio per accontentare l’esigente palato dei Medici, che l’architetto Bernardo Buon Talenti creò il gelato?  Cosimo I de’ Medici gli aveva affidato i festeggiamenti per l’inaugurazione di Forte del Belvedere nel 1559, e il poliedrico Buon Talenti inventò così una crema fredda fatta con una base di latte, miele, tuorlo d’uovo e un po’ di vino, che era aromatizzata con bergamotto, limoni ed arance, con cui l’architetto riuscì a sbalordire i suoi nobili ospiti e a gratificare il Granduca. Successivamente la dinastia Medici fu ancora fondamentale per la storia del gelato, poiché la famiglia più in vista di Firenze decise di indire un concorso affinché fosse creato “il piatto più singolare che si fosse mai visto”, e Ruggeri, un giovane cuoco alle prime armi, lo vinse grazie a un dolce gelato fatto di ghiaccio all’acqua inzuccherata e profumata. La ricetta di Ruggeri conquistò così tanto il palato dei Medici che la giovane Caterina de’ Medici, quando andò in sposa al re di Francia, decise di portare con sé il cuoco e il gelato per deliziare anche la corte francese.

Per celebrare dunque proprio queste nobili origini, che vedono il gelato così legato alla storica famiglia fiorentina, il Gelato Festival nel 2019 a Firenze celebrerà la ricorrenza dei 500 anni dalla nascita di Caterina dè Medici e Cosimo I, in collaborazione con il maestro artigiano fiorentino Paolo Penko( che da anni realizza i premi per i gelatieri vincitori della kermesse) presentando durante il festival, in anteprima assoluta, il cucchiaio di Cosimo I, una fedele rielaborazione (frutto di ricerche storico-archivistiche compiute da Penko) della posata con cui il Granduca di Toscana gustò per la prima volta il gelato. Il cucchiaio sarà esposto in piazzale Michelangelo ed è realizzato in ottone, il materiale con cui all’epoca venivano forgiati gli utensili, secondo un autentico punzone risalente all’epoca dei Medici.

Infine sempre nel capoluogo toscano che patrocina la manifestazione, il Gelato Festival festeggia i 200 anni del Consolato USA a Firenze con uno speciale contest che coinvolge le migliori gelaterie cittadine, chiamate a ideare un gusto ad hoc ispirato ai colori della bandiera americana o ai prodotti locali. I gusti partecipanti potranno essere degustati al festival.

Il Festival del Gelato: la tappa romana

gelato festival

Occhi puntati soprattutto sulla tappa romana del Gelato Festival (ve ne avevamo parlato qui), di cui MangiaeBevi sarà media partner, e che sbarcherà in viale delle Magnolie a Villa Borghese (col patrocinio del Comune di Roma), per la finale del concorso tra gelatieri “Next Generation”. Infatti il 13 e 14 aprile (dalle 11 alle 19) in uno degli angoli più suggestivi della storica villa, vi aspettano i migliori 16 gelatieri artigianali “under 30” del mondo provenienti da 8 Paesi (Belgio, Bulgaria, Croazia, Olanda, Portogallo, Spagna, Svezia e Ungheria), che si scontreranno in una sfida all’ultimo cono, ognuno dei quali portando in assaggio un gusto inedito. Il vincitore si aggiudicherà un posto tra i 36 finalisti del Gelato Festival World Masters 2021, la sfida per i migliori gelatieri artigianali del pianeta e principale torneo internazionale di categoria, che ha già qualificato i gelatieri Eugenio Morrone (vincitore della All Stars l’anno scorso) e Giuseppe Cimino (vincitore della prima finale tedesca).

Tra i gusti inediti in gara presenti a Roma potrete assaggiare prelibatezze inaudite prima, come il gelato al popcorn, alla pesca e basilico, o al lampone speziato fermentato, il cheesecake all’arancia rossa e quello con limone e carote, il biscotto e caramello. E se ne non vi basta vi diamo anche altre due golose anticipazioni: preparate le papille gustative per assaporare anche il gelato alle mandorle caramellate e vaniglia, oppure quello alla mandorla e albicocca.

Nella tappa capitolina a decretare il vincitore sarà la seguente giuria di esperti composta da giornalisti e chef: Nerina di Nunzio (direttore di Food Confidential), lo chef stellato Andrea Pasqualucci (del ristorante Moma), Simona Cristiani (pastry chef del ristorante The Flair), Fabio Carnevali (editore di MangiaeBevi.it), Sabina Licci (Ansa),lo chef stellato Oliver Glowig (del ristorante Barrique-Poggio le Volpi) e Franco Puglisi (PuntoIT).

A Villa Borghese infine domenica 14 aprile (dalle14.20 alle 15.10) ci sarà un imperdibile showcooking che vedrà come protagonista lo chef stellato Massimo Viglietti (Enoteca Achilli al Parlamento), che preparerà un piatto a sorpresa, utilizzando uno dei gusti di gelato siciliani in gara tra cassata siciliana, siciliano e nero modicano.

Come si partecipa?

In tutte le tappe italiane pagando un biglietto da 10 euro (ridotto per i bimbi sotto il metro) disponibile anche in prevendita sul sito, avrete diritto all’assaggio di tutti i gelati in gara, più quelli della tradizione siciliana di Elenka e ad uno speciale creato ad hoc dallo chef Massimiliano Scotti per Air Italy (global partner), nonché alla partecipazione alle attività del villaggio.

Gelato Festival World Ranking

Altra iniziativa degna di nota creata in concomitanza con il 10° anniversario del Gelato Festival, è il Gelato Festival World Ranking ovvero una classifica mondiale permanente nata nel 2019, che verrà aggiornata ogni anno, e che definisce la classifica dei migliori gelatieri artigianali a livello globale. Il Gelato Festival World Ranking non coinvolge solo i gelatieri che negli ultimi 10 anni hanno partecipato al Gelato Festival ma anche quelli che in passato hanno preso parte al Gelato World Tour, partner della manifestazione, e coloro che stanno proseguendo il cammino per accedere alla finale del Gelato Festival World Masters 2021. Ogni evento concorre infatti ad assegnare al mastro gelatiere un punteggio, che determina una Top 40 di eccellenze assolute e una classifica generale volta a raggiungere l’obiettivo finale di mappare le oltre 100mila gelaterie del mondo.

 Gelato Festival 2019 un tour internazionale

Da fine maggio il Gelato Festival volerà all’estero e da qui in poi gli appuntamenti nelle varie città corrisponderanno ad altrettante tappe del Gelato Festival World Masters 2021. Il Gelato Festival quindi andrà in tour per il mondo portando la cultura del buon gelato artigianale prima in Europa, con le tappe di Berlino (1-2 giugno), Varsavia (8-9 giugno), Baden (Vienna) il 19-20 giugno, Londra (29-30 giugno) e Barcelona (6-7 luglio); e poi negli Stati Uniti per l’edizione “a stelle e strisce” che sarà articolata in 5 tappe: Miami (16-17 marzo), Boston (1-2 giugno), Chicago (17-18 agosto), Washington DC (7-8 settembre) e West Hollywood (28-29 settembre). Infine il Gelato Festival arriverà nella terra del Sol Levante, con un grande debutto a Okinawa (25-26 maggio) e Yokohama (30-31 agosto).

Info e programma completo sul sito.