Magazine di ristorazione e itinerari enogastronomici • Mercoledì 15 Luglio 2020

Mangiare all’aperto a Roma. I nuovi indirizzi en plein air

Mangiare all'aperto a Roma

La colonnina di mercurio continua la sua rapida salita e la calura estiva comincia a farsi sentire, soprattutto in città. Ecco dunque i nuovi spazi per rilassarsi e mangiare all’aperto a Roma

Dopo mesi di lockdown la voglia di stare all’aria aperta non si è ancora esaurita e l’aumento delle temperature ha, senza dubbio, stimolato molti ristoratori a inaugurare i dehor per accogliere i clienti sotto il cielo stellato di Roma.

Roma, d’altra parte, regala in questa stagione panorami mozzafiato mentre tra le vie soffia un’aria frizzantina che profuma d’estate. Il momento giusto dunque per godersi una colazione, un brunch, un aperitivo, una cena o un cocktail all’aria aperta.

Ecco dunque tre nuovi dehor inaugurati per mangiare all’aperto a Roma.

u’ curtigghiu di Cus Cus

Inaugurato circa cinque anni fa in piazza Bologna, Cus Cus, il locale di Simona Iacono, è un vero e proprio angolo di Sicilia a Roma. Qui il piatto principe, originario della cultura araba, viene proposto con maestria e passione con il metodo di “una volta”, grazie all’utilizzo della tipica mafaradda, la zuppiera in terracotta dai bordi alti, e condito con sughi ed ingredienti tipici dell’isola del Mediterraneo, ma con un pizzico di romanità.

Da oggi, ai dodici posti della sala interna, si aggiungono altri dieci del dehor, “u’ curtigghiu” come dicono i siciliani.

All’aria aperta è quindi possibile assaporare i cous cous vegetariani, come il Cuscaponata, la Norma, il Freddo con Crema di basilico e pomodorini caramellati e quelli con la carne come lo Zighinì di manzo, il pollo con i funghi e il Coniglio alla Pattuisa, realizzato in agrodolce secondo un’antica ricetta ragusana.

Non mancano i sughi a base di pesce come quello alla Catalana di Gamberi, il Ragù di Polpo, il Nero di Seppie, lo Spezzatino di Ricciola e patate.

Da non perdere i succulenti antipasti, grandi classici come la Caponata, il Tortino di melanzane e l’Insalata di arance e finocchi con pesce spada alla palermitana. Il tutto da abbinare a un’attenta selezione di vini isolani e birre artigianali.

Novità dell’estate 2020 è però il Cous Cous come da Carmelo, un trionfo di pesce con cozze, vongole, calamari e tanto pescato del giorno.

Dulcis in fundo, perfette per smorzare la calura estiva in città, le brioche col tuppo, accompagnate da gustose granite fresche.

Via Arezzo 39, Roma

Tel: 06 9799 7519

Pagina Facebook

Dafne Garden Cafè

C’è aria di novità nel quartiere Prati. In via Fornovo ha infatti inaugurato l’Apollo Boutique Hotel, un piccolo gioiello di accoglienza a due passi dal Vaticano di proprietà della famiglia Pontecorvi. Al piano terra, a disposizione dei clienti dell’hotel ma aperto a tutti, c’è il Dafne Garden Cafè.

Si tratta di un dehor incastonato tra i palazzi dello storico quartiere arredato con sedie in velluto e tavolini di design dal tocco retrò circondati da rigogliose piante verdi in perfetto stile urban jungle. Ad ideare questo giardino segreto lo studio Doppio Tratto di Francesca e Valentina Angelini insieme al suo partner storico FleurGarden Trastevere.

L’offerta gastronomica è strutturata su diverse fasce orarie tra colazione, pranzo e aperitivo con un’attenta selezione di piccole aziende agricole laziali del circuito di Campagna Amica

La giornata si apre con i cornetti e le torte targate Roscioli, accompagnate da caffè, cappuccini e centrifughe espresse ma anche pancake, waffle e uova strapazzate con bacon. E poi yogurt, spremute e frutta fresca. L’ora di pranzo è all’insegna dei panini gourmet (ottimo quello con zucchine, stracciatella pugliese e menta), i club sandwich e le insalate (anche componibili). Per l’aperitivo via libera ai taglieri di salumi e formaggi, rigorosamente italiani (prevalentemente umbri e laziali) e di qualità accompagnati da cocktail, spiriti e distillati o vini, in bottiglia o al calice.

A coordinare la proposta food c’è Federico Cari, chef con alle spalle collaborazioni nelle cucine de Il Convivio , Caino e Dal Pescatore, ma anche socio e co-founder di Bompiani.

“Ho voluto creare una proposta food adatta alla zona dove ci troviamo, molto dinamica e legata al lavoro, ma anche residenziale con ritmi più rilassati. Dafne è un garden cafè – spiega Federico – una micro oasi verde nel cuore di Prati e volevo che questo si riflettesse anche nelle proposte food; molte verdure ed erbe aromatiche, a partire dalle insalate, così come nei panini gourmet preparati al momento. Ho studiato un Club Sandwich Vegetariano, a base di pane integrale e verdure, profumato con erbette aromatiche estive fantastiche”.

Via Fornovo 2 a

Tel: 06.39745319

Orari: aperto tutti i giorni dalle 7 alle 21
Giorno di chiusura: Domenica

Sito

Alfredo alla Scrofa

Novità anche in via della Scrofa, la pittoresca strada del centro storico molto amata dai divi della Dolce Vita. Lì, il celebre ristorante culla delle mitiche Fettuccine Alfredo ha dato vita a una nuova era della propria cucina. Poco prima dell’inizio del lockdown, a dirigere la cucina di Alfredo alla Scrofa era arrivato Mirko Moglioni, giovane e talentuoso chef ex resident del Margutta Vegetarian Food & Art, con importanti esperienze lavorative all’estero, tra Giappone, Francia e America (ve ne avevamo parlato qui).

Ora Veronica Salvatori e Mario Mozzetti hanno aggiunto un nuovo tassello alla storia di Alfredo alla Scrofa. Proprio di fronte al ristorante, in quelli che erano stati gli spazi delle botticelle dei primi del ‘900, hanno inaugurato infatti il dehor.

Abbiamo pensato a un nuovo inizio che fosse a favore di tutti – spiega Veronica Salvatori, proprietaria insieme a Mario Mozzetti del ristorante Alfredo alla Scrofa –. Volevamo contribuire compiendo un’opera di bonifica, sgomberando la piazzetta anche da veicoli abbandonati da molto tempo”. Al posto dello slalom tra le due ruote selvaggiamente parcheggiate ora ci sono una decina di tavoli, che con l’opportuno distanziamento, rendono unica l’esperienza di cenare in piena via della Scrofa.

Piazzetta Alfredo, questo il nome dato allo spazio all’aperto, offrirà dunque l’opportunità di mangiare, sotto il cielo stellato della Città Eterna, le famose fettuccine burro e parmigiano insieme a tutti i piatti del nuovo menu studiato da Chef Moglioni e ai cocktail estivi ideati da Carlo Paragona come l’Alfredo’s Cup, un fresco drink ideale da consumare nelle belle serate estive a base di frutta di stagione.

Materie prime di qualità, sapori ben definiti e una netta impronta tradizionale. Questo il filo conduttore che unisce i piatti in carta come Ceci e Baccalà, un hummus con polpette di baccalà e salsa all’aglio dolce, e Tra i fagioli e le cotiche, un succulento piatto composto da lombo di maiale arrosto con insalata di fagioli in umido e croccante di cotica.

Via della Scrofa 104A

Tel: 06.68.80.61.63

Orari: aperto dal martedì alla domenica 12:30-15:00, 19:00-23:30

Sito