Magazine di ristorazione e itinerari enogastronomici
NovitàNuove apertureRistoranti

Vanda: vino e cucina nel cuore di Trastevere

Vanda - carciofo alla giudia

Vanda a via del Moro 53: buon vino e cucina romana verace, in un locale multifunzionale.

Vanda ha aperto a Roma nell’ultimo finesettimana prima dello stop della zona rossa a marzo. Nonostante questo ostacolo il locale di Trastevere aveva comunque alzato la serranda per accogliere, in una fulminea anteprima i suoi primissimi clienti.

Siamo andati a provarlo per voi in quella circostanza e in attesa della ormai prossima riapertura prevista per il 26 aprile, vi raccontiamo la nostra esperienza.

Il concept

Vanda nasce dal desiderio di Andrea Loreti, già proprietario di locali di successo a Roma come la Bouvette, Dillà e Santovino, di riportare in una zona turistica come Trastevere, una cucina romana autentica.

Il concept è quello di un locale multifunzionale, aperto dalla colazione al dopocena (quando sarà possibile), in cui si incrociano diverse anime. Vanda è trattoria, caffetteria, cocktail bar ed enoteca con mescita e asporto.

A pranzo il locale di via del Moro vi attende con proposte di cucina romana tradizionale e alcune varianti tra le proposte del giorno. Nel pomeriggio invece largo a estratti, thè in foglie e tisane per fare due chiacchere magari davanti a una fetta di torta fatta in casa. Più tardi ci si potrà soffermare ai suoi tavoli anche solo per sorseggiare un calice all’ora dell’aperitivo, e scegliere tra una delle 500 etichette in cantina. Uno dei suoi punti forza è infatti la selezione di vini, che presto raggiungerà le mille referenze, e sarà in continuo aggiornamento.

La lista ha un’attenzione particolare ai vitigni autoctoni del Lazio, senza tralasciare i vini e le cantine storiche del panorama enologico italiano e internazionale. Infine qui si può venire sempre ad acquistare bottiglie di vino da asporto proprio come in enoteca.

Se invece preferite il bere miscelato sarete accontentati, optando per uno dei cocktail originali e classici in carta.

Il locale

Vanda sorge a via del Moro nel cuore di Trastevere in palazzo antico dell’800. Gli spazi sono quelli di una storica trattoria romana sita qui fin dal 1933, “Mario”. La ristrutturazione ha voluto rispettare questo retaggio e il locale risulta una piacevole rivisitazione di quelle atmosfere.

Il nuovo nome del locale omaggia la bravissima cuoca romana Vanda Colangeli, una vera ostessa, che per decenni tra queste mura, ha deliziato turisti e locals con i suoi manicaretti, passando infine il testimone all’ attuale proprietà.

Vanda Colangeli

Gli spazi si articolano in due sale abbastanza ampie(100 coperti), incorniciate da finestre vetrate, caratterizzate da alti soffitti a volte di mattoni a vista con pavimenti di graniglia antica.

La prima sala è dominata da un bancone bar squadrato di marmo bianco e legno color salvia. Alle pareti diverse rastrelliere di vini mettono subito in chiaro la chiara vocazione di enoteca con cucina di questo locale. Gli arredi sono tutti di recupero: lampade in vetro d’antan, tavoli di legno e sedie dal gusto vintage, conferiscono una calda atmosfera retrò.

All’esterno il locale prosegue con alcuni tavoli e 20 coperti su via del Moro, perfetti nella bella stagione per concedersi una pausa dal sapore trasteverino.

Cosa si mangia da Vanda: menù e prezzi

Il menù di Vanda è un omaggio alle osterie trasteverine di un tempo, quelle del “giovedì gnocchi”. La cucina è tradizionale romana, con alcune varianti dei grandi classici. L’ attenzione per le materie prime è al centro di una cucina semplice ma di sostanza, connotata da porzioni abbondanti e ingredienti di qualità come le carni della macelleria Feroci, il pane del forno la Renella, le paste e i dolci fatti in casa. Aldilà di alcuni classici romani che resteranno sempre la firma di questo locale, la carta varierà spesso. Su una lavagna infatti verranno di volta in volta annotati i piatti del giorno, tra cui si inseriranno alcune ricette di altre regioni e qualche piatto d’ ispirazione più contemporanea.

Nel giorno inaugurale in carta troviamo 9 antipasti, 8 paste della tradizione, 8 secondi e 3 dolci.

Per iniziare il menù di Vanda propone antipasti (8-12 euro) come il fritto alla romana(broccoli, salvia e carciofi), le bruschette con pachino e bufala, il baccalà in pastella, i fiori di zucca con mozzarella e alici. Tra le entreè segnaliamo anche taglieri di salumi e formaggi anche laziali, perfetti anche con un calice di vino per accompagnare l’aperitivo.

Tra i primi (dai 10 ai 13 euro) sono imprescindibili le paste della tradizione romanesca: aglio, olio e peperoncino, penne all’arrabbiata, carbonara, amatriciana, cacio e pepe, gricia. Per coloro che amano la pasta al forno ci sono anche le lasagne al ragù o nella versione coi porcini, mentre chi ama i sapori veraci apprezzerà le mezzemaniche con la pajata o lo stracotto di manzo.

Lasagne ai porcini – Vanda

I secondi per ora (la carta è ancora in evoluzione) sono tutti a base di carne (dai 16 ai 22 euro) scelti anche in questo caso tra i cavalli di battaglia della cucina capitolina. Non mancano quindi trippa, ossobuco di vitello con i funghi porcini, saltimbocca alla romana, abbacchio a scottadito con patate e polpette al sugo. Chi invece ama cotture più leggere opterà invece per un succulento filetto di manzo o la classica tagliata ai ferri. Come dessert troviamo tiramisù, millefoglie e torta di ricotta e visciole.

La nostra esperienza

Abbiamo provato Vanda nella sua unica giornata di apertura, quella inaugurale, e ci siamo accomodati all’esterno. L’atmosfera era “romanissima” vivace e genuina, coi tavoli di legno imbanditi sulla pittoresca via del Moro. La mise en place retrò insieme alla piacevolezza degli ambienti interni è la cosa che più ci ha colpiti al primo impatto.

Le porcellane vintage in cui sono servite le portate, in special modo, danno subito l’ impressione di un contesto caldo e familiare, e sembra di essere tornati a “casa della nonna” o in una vecchia osteria degli anni ’50. Appena seduti ci offrono un calice di benvenuto e dei tarallini per ingannare l’attesa. Lo staff è giovane, ma cortese e attento.

Per cominciare la scelta ricade su gli antipasti fritti: molto buono il fritto alla romana e davvero ben eseguito il carciofo alla Giudìa. Entrambi colpiscono per la loro croccantezza, unita a una bella leggerezza che allenta i sensi di colpa.

Carbonara-Vanda

Al momento del primo ordiniamo una bella Carbonara con il guanciale dei Monti Lepini, e una Mezza manica con lo stracotto di manzo, quest’ultima in particolare ci lascia un bel ricordo, grazie alla carne tenera e saporita.

Mezze Maniche allo Stracotto di Manzo- Vanda

Alla Carbonara abbiniamo Trebbiano Amaltea 2017 -Artico: fresco, sapido, beverino.

Segue una piacevolissima Coda alla vaccinara, accompagnata da un piatto di Puntarelle croccanti e freschissime.

Puntarelle con alici
Coda alla Vaccinara

La “Coda” è in assoluto il miglior piatto che assaggiamo da Vanda: sorprendentemente leggera e digeribile, si fa apprezzare soprattutto per l’ottima qualità della carne, che si scioglie letteralmente in bocca, mentre il sugo di pomodoro la avvolge con la giusta dolcezza. Peccato solo forse per la mancanza di un pizzico di cacao, a omaggiare fino in fondo la tradizione. Chiudiamo con una tradizionalissima crostata di ricotta e visciole, e ci alziamo da tavola soddisfatti dopo caffè e biscottini.

In conclusione Vanda offre una cucina casalinga e genuina, unita a un buon servizio, in una location accattivante. Tutti fattori che fanno ben sperare per il successo di questo locale.

Info utili

Vanda

Trattoria, Vineria, Enoteca, Cocktail Bar e Caffetteria

Via del Moro 53, 00153 Roma
Sempre Aperto, anche con delivery e asporto:
Lun-Ven 11-02
Sab-Dom 10-02
Enoteca interna
Il Servizio DELIVERY è con Kiwifive

Tel: 06 580 3809

Pagina Facebook

Articoli correlati

Saigon: cucina vietnamita (con stile)

Giorgia Galeffi

Errico Porzio sbarca a Roma con il suo format di pizza napoletana Al Solito Porzio

Nadia Taglialatela

Torino. Il Magorabin di Marcello Trentini cambia pelle (e numero civico)

Redazione