Magazine online di enogastronomia, ristorazione e ospitalità • Martedì 23 Ottobre 2018

Niko Romito inaugura il Bulgari Resort Dubai. Aspettando Milano

niko romito

Niko Romito, uno dei più grandi rappresentanti dell’Alta cucina Italiana, arriverà presto a Milano per inaugurare il Ristorante del Bulgari Hotel, posizionato proprio nel centro storico a pochi passi dal Duomo, con un grande giardino che fa già sognare le calde serate estive da vivere all’aperto. Ma per iniziare fin da ora a sognare le temperature che si alzano, basta fare un salto a Dubai, dove Niko Romito ha appena inaugurato un resort di lusso firmato Bulgari. Situato sull’isola di Jumeira Bay, si aggiunge alla Bulgari Hotels & Resorts Collection e arriva dopo la recente inaugurazione del  Bulgari Hotel Pechino aperto a settembre. Si unisce ad un portfolio crescente di proprietà in tutto il modo che è iniziato con il Bulgari Hotel di Milano nel 2004, il Bulgari Resort a Bali ne 2006 e il Bulgari Hotel Londra nel 2012.

“Il viaggio verso l’apertura di un resort di queste dimensioni è sempre molto lungo e molto atteso – ha spiegato Pep Lozano, General Manager -.Non potremmo essere più felici di quanto sia diventato spettacolare questo resort. È qualcosa di veramente unico per gli ospiti di venire in un’isola nel cuore di una città, dove saremo l’unico resort. È come un’isola privata a pochi minuti da alcune delle attrazioni più famose della città. Siamo estremamente orgogliosi di esserci assicurati questa incredibile posizione. Dubai è una delle destinazioni più ambite al mondo e poter offrire un’esperienza unica come questa in un mercato con offerte davvero impressionanti, è qualcosa di cui siamo molto entusiasti “.

Il Bulgari Resort Dubai, sviluppato in collaborazione con Meraas, è  il più recente urban resort. Situato nell’incantevole contesto di una grande isola a forma di cavalluccio marino, progettato per divenire la meta preferita dei viaggiatori alla ricerca di privacy e riservatezza ma situato a pochi minuti dal cuore pulsante della città e dalle sue attrazioni culturali.

Per celebrare l’opening si è svolta la cerimonia del taglio del nastro con Jean-Christophe Babin CEO di Bulgari  e H.E. Abdulla Al Abbai, Group Chairman di Meraas seguita da una conferenza stampa dove hanno inoltre partecipato Silvio Ursini, Bulgari Group Executive Vice President, gli architetti  Antonio Citterio e Patricia Viel, lo Chef Niko Romito e  Pep Lozano, General Manager del  Bulgari Resort and Residences Dubai.

“Gli hotel rappresentano per Bulgari l’opportunità di portare l’esperienza del lusso italiano, il design e la creatività in tutto  il mondo e da oggi  il Brand è orgoglioso di contare su una nuova “dimora” come Dubai  e su uno chef di grande eleganza e rappresentante delle eccellenze italiane come Niko Romito – ha dichiarato Jean-Christophe Babin.

Il menù sarà una rappresentazione di un lusso essenziale in perfetto equilibrio gustativo e cromatico come solo uno chef come Niko Romito riesce a fare: la sua incredibile capacità di far sembrare semplice ciò che è difficile, di portare al palato in modo immediato gusti netti che però richiedono mesi di prove e di studio, lo rendono un genio dell’Alta cucina semplice.

Nel menù del ristorante ci saranno piatti come l’Antipasto all’italiana con SCAMPI IN SALSA ROSA, IMPEPATA DI COZZE E VONGOLE, RICCIOLA MARINATA, PATATE PANNA ACIDA E CAVIALE, l’Antipasto all’italiana con UOVA ASPARAGI E TARTUFO NERO, GAMBERI ROSSI E MISTICANZA, il MANZO SPEZIATO CON SALSA TONNATA, ALICI FRITTE, SUPPLì AL POMODORO, il FILETTO DI RANA PESCATRICE ALLA CACCIATORA, i RAVIOLI CON RICOTTA E SPINACI E ACQUA, la COSTOLETTA DI VITELLO ALLA MILANESE, .

Come tutti gli altri  Bulgari Hotels & Resorts, il Bulgari Resort Dubai è stato progettato dallo studio di architettura e design  Antonio Citterio Patricia Viel. Sia gli interni che gli esterni sono stati creati con la medesima attenzione al dettaglio, la stessa precisione assoluta di un gioiello Bulgari, accostando materiali rari e preziosi in base al colore, alla texture e al valore sensoriale, forgiandoli in oggetti d’arte dalla bellezza senza tempo. L’architettura del paesaggio fonde uno stile mediterraneo – giardini e piscine illuminati- con l’ambiente naturale alle sponde del Golfo Arabico.