Magazine online di enogastronomia, ristorazione e ospitalità • Domenica 20 Agosto 2017

Bollicine e pesciolini: la primavera di Iodio

Cocktail a base di champagne Joseph Perrier e “finger fish”: le novità per la bella stagione del giovane e dinamico ristorante di pesce Iodio, in via Ostiense 503 a Roma

Bollicine a primavera per Iodio, il giovane locale capitolino – aperto da un anno in via Ostiense 503 – che conferma voglia di sperimentare e dinamismo nell’offerta enogastronomica gettandosi a capofitto nella bella (e calda) stagione con una golosa lista di drink a base di champagne francesi per accompagnare la sua cucina di mare caratterizzata da sempre dalla grande attenzione per le materie prime e impreziosita ora da una sfiziosissima offerta di finger fish, ideale anche per gustosi aperitivi. Ma andiamo con ordine.

Cosa si mangia da Iodio

Nato dalla passione dello chef e patron Patrizio Alunni Rullini circa un anno fa, Iodio offre in un ambiente informale, giovane ma elegante il meglio della cucina di mare che le coste romane e laziali offrono.

Il pesce, freschissimo, proviene quotidianamente dalle aste di Anzio, Terracina e Orbetello, scelto personalmente da Patrizio.

iodio

Patrizio Alunni Rullini

Il menu ambisce all’eccellenza proprio in virtù della cura maniacale per la scelta delle materie prime e si articola in un’ampia selezione di crudi (crostacei, carpacci e tartare in grado di esprimere “in purezza” il sapore del mare); in antipasti cotti (dal Crostone con guacamole e salmone marinato allo Spiedino di mazzancolle croccanti); in primi (realizzati con lo Spaghettone Monograno Felicetti) come la Carbonara di mare con tonno croccante o l’Aglio, olio, peperoncino, pecorino e battuto di gamberi rossi; in secondi piatti in cui le parole d’ordine sono freschezza e stagionalità dei prodotti; in dolci rigorosamente homemade audaci e goduriosi come, su tutti, lo Iodio al Mascarpone, condito tra l’altro con olio Evo e pepe.

iodio

Iodio al Mascarpone

Punta di diamante dell’offerta di Iodio sono poi le ostriche francesi, selezionate con la consulenza di un vero e proprio guru della materia come Corrado Tenace di Oyster Oasis; e non manca nemmeno il caviale, che porta la firma, nota e prestigiosa, di Calvisius.

Ad accompagnare ogni portata il pane fatto dal vicino Albanesi, il forno delle meraviglie: sempre fragrante, profumato e croccante.

Bollicine & “pesciolini”

Accanto ad un menu di qualità, non poteva non esserci una carta dei vini altrettanto nobile che arruola al suo interno una corposa lista di bollicine italiane e francesi.

iodio

Bollicine che sono le protagoniste della novità più sostanziosa della primavera/estate 2017. Lo Champagne – in versione Brut – della rinomata maison d’oltralpe Joseph Perrier farà da filo conduttore di ben 5 stuzzicanti cocktail:

Bianco sbagliato, con aggiunta di Biancosarti e Vermouth Bianco;

Anzio, con Gin e Savuer Floreale;

Orbetello, nel quale alle bollicine fanno compagnia St. Germain, rosmarino e lime disidratato;

Terracina, con Gin, Angostura e Benedectine;

Kir Royale, il grande classico con Creme de Cassis.

Questi “magnifici 5” potranno essere degustati anche nel grazioso dehor come welcome drink insieme ai “pesciolini”, versioni ridotte a mo’ di finger fish degli antipasti caldi, per una divertente e conveniente formula aperitivo che prevede tre pesciolini in aggiunta a un drink.

E per chi allo Champagne preferisce le bollicine italiane, c’è inoltre la possibilità di provare i cinque nuovi cocktail in versione “tricolore”, ovvero con del Franciacorta a fare da intrigante base. I drink nuovi arrivati vanno ad aggiungersi a una già ben nutrita, e pensata, lista dei cocktail, con una selezione di distillati di primissimo livello.

Iodio

Via Ostiense 503 – 00144

Orari: dal martedì alla domenica dalle 12:30 alle 15:30 e dalle 19:30 alle 23:30

Sito